RISVEGLIARE IL SOGNO (E ANCHE LA VEGLIA!)

 

Non so a cosa si pensi in generale quando si dice yoga oggi in Occidente. Parafrasando Carver potremmo chiederci di cosa parliamo quando parliamo di yoga! Nel corso del tempo mi sono reso conto di quanto questo benedetto yoga possa ridursi a un concetto strapazzato in cui stanno dentro piccole e grandi distorsioni, e da cui restano fuori pezzi consistenti, come la meditazione, l’arte del sogno, la consapevolezza del campo energetico umano, il rapporto con realtà sottili e forme di conoscenza connesse all’inconscio e alla mente universale. 

 

Per esplorare queste tematiche organizziamo ogni anno un seminario intensivo di cinque giorni in Abruzzo, Il Viaggio dell'Eroe, dedicato nel 2019 all’approfondimento dello yoga-nidra e della meditazione. Questo il tema: “Lo yoga-nidra e il cammino interiore dal sogno al risveglio”. Il punto di partenza della riflessione potrebbe coincidere con una domanda sola: quanto è affidabile la realtà consensuale nella quale ci si muove quotidianamente? E magari si potrebbe aggiungere una sotto-domanda: siamo davvero svegli o lo crediamo consensualmente? 

 

Non si tratta di vaporose questioni che riguardano solo la spiritualità o la filosofia della mente: tutti sappiamo come prendere una decisione in un contesto di scarsa lucidità possa condurre a esiti concreti poi difficilmente gestibili. E tutti abbiamo esperienza degli spigoli che impattiamo (talvolta dolorosamente!) aggirandoci mezzi addormentati la mattina in direzione della cucina e in cerca del primo caffè… Eppure lo yoga e la meditazione si occupano direttamente di questo attraverso la disciplina dello yoga-nidra, utilizzando determinati percorsi e visualizzazioni: si tratta in breve di simulare un sonno profondo in cui conscio e inconscio si incontrano per co-creare consapevolmente la realtà di veglia e quindi risvegliare il sogno e - non sembri paradossale - risvegliare la veglia. Quest’ultima affermazione, vale la pena di ripeterlo, scaturisce dal dubbio che noi si sia solo apparentemente svegli. La risposta può darsela ciascuno per sé, valutando quanto la propria vita sia costellata da un senso di appartenenza a un progetto coerente (il destino individuale), e quanto amore si riceva e si doni per mezzo di una gioia inerente e di una grazia incondizionata che fluiscono con abbondanza. La lucidità che la pratica dello yoga promette è il ponte per attraversare le acque agitate della mente e raggiungere l’altra riva, la riva della non-paura e della comprensione. La riva del risveglio. Eseguito l’attraversamento e varcato l’ultimo confine, ci si accorge in senso buddhista di come “le cose sono come sono”. È questa la tanto decantata consapevolezza? La fulminazione improvvisa nel realizzare che “le cose sono come sono”?

 

Con Il Viaggio dell’Eroe affronteremo concretamente questi temi: cinque giorni dal 18 al 23 agosto per stare assieme in un luogo particolare come il Monastero Fortezza di S.Spirito che raccoglie tra le sue pietre millenarie il meglio dell’esperienza spirituale d’Occidente, il sogno generoso di un incontro con l’Oriente all’insegna di una mistica condivisa e di una visione unificante. Molti secoli dopo, in fondo, l’uomo è chiamato al medesimo compito: riunire interiormente i poli dell’esperienza, comprendere operativamente cosa voglia dire essere mistici moderni, a proprio agio con le neuro-scienze, la fisica d’avanguardia e il sentiero spirituale. 

 

L’ambizione che ci muove nel proporvi ogni anno Il Viaggio dell’Eroe è quella di mettere in pratica tutte questi riflessioni, esplorando un modello di funzionamento della mente basato sulle nostre esperienze nel campo della gestione dell’energia vitale e su modelli di pratica dello yoga - dalle posture ai percorsi di meditazione - che costituiscono un sistema coerente di integrazione dei diversi aspetti della personalità. Una occasione per praticare, studiare, riflettere e progredire, e per stare in silenzio (dopo tanto caos e rumore!) in un ambiente ideale che è un inno al silenzio: Il Viaggio dell’Eroe è un’avventura, una entusiasmante avventura alla scoperta di chi siamo veramente. Per questo vi invitiamo a mettervi in viaggio.

 

Please reload

Post in evidenza

Prossimi appuntamenti speciali

allo Spazio Shanti:

MEDITAZIONE

DELLA LUNA PIENA

GIOVEDÌ 12 DICEMBRE 2019

Ore 20-21.30

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
LOGOnegativo2 copia.jpg
A Milano
in via Giovanni Bellezza 17
(zona Bocconi - Porta Romana)
MM3 Crocetta - ŸPorta Romana
Tram 9-24 Ÿ  Bus 90-91
340.8540333 - 349.2257303
info@spazioshanti.org

© 2023 by Digital Marketing. All rights reserved